Ponte Genova, l'esplosione potrebbe avvenire in un giorno feriale. Bucci: "Arriva il primo pezzo del nuovo viadotto"

Genova. “Non sappiamo ancora se l’esplosione di ponte Morandi avverrà il 24 giugno, ma se non sarà il 24 giugno sarà il 25, o il 26, ogni primo giorno possibile è un giorno utile per demolire il moncone est”. Lo ha detto il sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione Marco Bucci a margine della presentazione della Genoa Shipping Week.

Quindi non sarà necessariamente durante un fine settimana o in un giorno festivo l’operazione per cui sarà necessario evacuare circa 3000 persone e per cui si dovrà stoppare la circolazione autostradale, ferroviaria e stradale.

Si attende il via libera della commissione esplosivi. Ma non solo. “Dobbiamo ancora sapere quando arriverà un detonatore dalla Spagna – afferma il sindaco – non so se riusciremo a fare l’esplosione il 24 giugno. Altro punto critico è che alcune lavorazioni non possono essere fatte in maniera sequenziale, per evitare rischi di sicurezza”. In ogni caso “La decisione definitiva verrà presa tra oggi e domani”.

Intanto però Bucci annuncia che la prossima settimana sarà anche quella dell’arrivo del primo pezzo del nuovo viadotto. “Arriva via mare dallo stabilimento Fincantieri di Castellamare di Stabia – annuncia – e verrà sbarcato su una delle banchine del porto, probabilmente tra quelle più vicine alla foce del Polcevera, sarà un grande momento, molto importante per la nostra città”.

Leggi anche

Commenti (1)

Scrivere un commento